Attraverso il furore

Debutta il 27 febbraio prossimo al Teatro India di Roma lo spettacolo Attraverso il furore
tre sermoni tedeschi di Meister Eckhart
tre storie di Armando Pirozzi
uno spettacolo di Massimiliano Civica
con Valentina Curatoli, Marcello Sambati, Diego Sepe

Attraverso il furore intreccia tre sermoni del predicatore domenicano Meister Eckhart con tre brevi quadri scritti dal drammaturgo Armando Pirozzi, incentrati sul dialogo tra due personaggi, un uomo e una donna. Marcello Sambati leggerà i tre sermoni di Meister Eckhart, mentre Valentina Curatoli e Diego Sepe interpreteranno i personaggi delle tre storie. Lo spettacolo è ispirato dai Sermoni Tedeschi di Meister Eckhart, ma non ne vuole essere un commento o una traduzione scenica. È la descrizione dell’incontro tra personaggi colti nel momento del confronto, imprevedibile e paradossale, con questa voce così forte, il tentativo di porsi in ascolto di una parola ancora in grado di sconvolgere profondamente.


Lo spettacolo è il primo del percorso Drammaturgie contemporanee curato dalla CASA DELLO SPETTATORE  – Centro per la formazione del pubblico, diretta da Giorgio Testa. L’attività del Casa, nella quale confluisce la ventennale esperienza del Centro Teatro Educazione dell’ETI, sperimenta pratiche e strumenti didattici per la formazione dello spettatore, a cui si chiede di partecipare ad una ricerca aperta.

Sulla base di questo presupposto Giorgio Testa ha curato a Lucca, nell’ambito del Festival I Teatri del Sacro il laboratorio di formazione I 70 visioni e condivisioni.
A quelli che hanno partecipato all’esperienza lucchese e a tutti coloro che sono interessati all’approfondimento del ruolo dello spettatore nello spettacolo teatrale diamo appuntamento
venerdì 2 marzo alle ore 17.30 presso lo spazio Indiateca del Teatro India
L’incontro è libero.
Per chi lo desidera c’è la possibilità di fermarsi per assistere allo spettacolo Attraverso il furore usufruendo del biglietto ridotto a 10 euro (solo per la replica del 2).
In tal caso, occorre prenotarsi inviando una mail a federgat@federgat.it, oppure chiamando il numero 44242135, entro il 24 febbraio 2012.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.